Stemma Gonfalone

STEMMA COMUNALE

L’uso dello stemma comunale fu concesso al Comune di Porlezza con decreto del Capo del Governo in data 12 marzo 1933.
Lo stemma risulta così descritto:”d’oro, fasciato di tre di verde, al leone di verde a mezzo corpo uscente dalla prima fascia; ornamenti esteriore da Comune”.

IL GONFALONE

Con decreto del Presidente della Repubblica in data 10 luglio 2000 è stato concesso al Comune di Porlezza l’uso del Gonfalone. Lo stesso era stato approvato nella seduta del Consiglio Comunale del 24 marzo 2000 (delibera n. 13) e solennemente inaugurato in data 10 e 11 febbraio 2001. Quello già  in uso al Comune, fino ad allora, non era mai stato ufficialmente approvato dalle competenti autorità. L’istruttoria della pratica per la concessione del Gonfalone,  iniziata diversi decenni prima (1933), non era infatti mai stata completata. Il ritardo nella concessione dell’autorizzazione non è da imputare alla burocrazia ma, probabilmente, al fatto che i riferimenti storici dello stemma comunale e le ricerche araldiche non avrebbero consentito, come era desiderio degli Amministratori Comunali,  l’approvazione del Gonfalone già in uso da data immemorabile.I colori predominanti del vecchio Gonfalone (lo stesso è tuttora esposto nel Palazzo Comunale) sono il rosso ed il blu. I colori di quello nuovo sono invece il verde ed il giallo.

Ecco il testo del decreto:

                            “Il Presidente della Repubblica

vista la domanda con la quale il Sindaco del Comune di Porlezza chiede la concessione di un gonfalone per uso di quel Comune;
visti gli atti prodotti a corredo della domanda stessa;
visto l’art. 5 del Regolamento approvato con R.D. 7 giugno 1943, n. 652;
sulla proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri;

D E C R E T A

E’ concesso al Comune di Porlezza, in provincia di Como, il seguente Gonfalone:
Drappo troncato di verde e di giallo, riccamente ornato di ricami d’argento e caricato dallo stemma comunale con l’iscrizione centrata in argento, recante la denominazione del Comune. Le parti di metallo ed i cordoni saranno argentati. L’asta verticale sarà ricoperta di velluto dai colori del drappo, alternati, con bullette argentate poste a spirale. Nella freccia sarà rappresentato lo stemma del Comune e sul gambo inciso il nome. Cravatta con nastri tricolorati dai colori nazionali frangiati d’argento.

Il presente decreto sarà debitamente trascritto.

Carlo Azeglio Ciampi

Dato a Roma addì 10 luglio 2000″

“Vuoi conoscere gli stemmi dei comuni della provincia di Como? Visita il sito” http://www.stemmiprovinciacomo.it